martedì 2 agosto 2022

La cresta del gallomat - Bangkok, Thailandia

 


È famoso, almeno in Europa, il caso degli sportelli bancomat dalle commissioni esose, normalmente appartenenti a circuiti alternativi (non quelli bancari), tipo "Euronet".

Non tutti sanno però che, in caso di utilizzo della propria carta in un paese con valuta diversa da quella del conto bancario di riferimento, anche le banche ufficiali "ci provano", proponendo la scelta di un tasso di cambio precalcolato, rifiutando il quale ci si affida a quello applicato dalla propria banca. Beh, se vi capita una proposta del genere rifiutatela sempre, perché è "indecente".

Me ne ero già accorto in Europa, uscendo dalla zona dell'Euro, quando mi furono proposti dei tassi di cambio da usura legalizzata in Polonia e Repubblica Ceca. Il trucco che permette loro di restare nei confini della legalità è proprio quello di proporre la scelta. E se accetti sei fregato. Ovviamente vengono utilizzate le solite tecniche "retorico/grafiche" che puntano su debolezze evolutive dei nostri meccanismi cognitivi, per cui davanti al messaggio visualizzato siamo inclini ad accettare, per poi pentircene quando facciamo due conti a consuntivo.

Mi è capitato di recente anche a Bangkok. Ho avuto pure il modo di scattare un paio di foto e confrontare sul posto la tariffa proposta, quella applicata dalla mia banca e quella relativa al tasso ufficiale. Ecco il resoconto.

Per un prelievo di 30000 THB la banca locale mi ha proposto un tasso che risultava in un totale di 865 euro (vedi foto sopra, non faccio il nome della banca, tanto ci provano tutte).

Dopo che ho rifiutato, affidandomi al cambio applicato dalla mia banca, ho controllato la spesa effettiva, che ammontava a 815 euro. Vediamo, se non ho imbrogliato per passare l'esame di quinta elementare dovrei farcela: 865 - 815 = 50...quindi sono 50 euro di cresta!!! Pazzesco! Tra l'altro scrivono: "Abbiamo effettuato la conversione alla valuta del tuo conto...per la tua comodità". Comodità un paio di palloni Tango! Forse intendono dire che senza 50 euro in tasca sono più leggero e quindi più agile. Boh.

Ripeto il consiglio: per quanto scarsa possa essere la fiducia che riponete nella vostra banca, non accettate mai il tasso di cambio offerto dalla banca locale. E' un furto legalizzato.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Grande Fabio! Mas posts que nos ayudas a saber lo que pasa en nuestra querida thailandia. Fernando

Fabio ha detto...

Gracias, Fernando!
Vuelve a viajar!