venerdì 7 novembre 2014

Entrata in Bosnia col treno/2: la gente

Se ne fuma due al giorno... 
Continua da qui
Anche l'atteggiamento delle persone è diverso. Negli altri paesi la gente si faceva i fatti suoi, in modo dignitoso e un po' freddino. Se venivi presentato o chiedevi un'informazione ti rispondevano cordialmente, in un inglese impeccabile. Qui cercano il contatto umano, ti fanno una domanda e, quando scoprono che non sai la loro lingua, se non parlano l'inglese si zittiscono educatamente, ma continuano a sorriderti se incrociano il tuo sguardo. Se invece conoscono almeno qualche parola si buttano nella conversazione, amichevolmente, senza imbarazzo, parlando del più e del meno.
Una signora mingherlina mi chiede se può fumare, anche se non siamo in un vagone fumatori (nel treno ce ne sono, vedi foto qui sotto), le dico che per me va bene e lei, quando scopre che non sono bosniaco, comincia a farmi un po' di domande. Tossisce molto, le chiedo quante ne fuma al giorno, lei risponde due. Pacchetti, ovviamente. Poi mi dice che vuole bere, le chiedo cosa, lei risponde qualunque cosa. Forse alcol. L'aria di una che trinca in effetti ce l'ha. In questo treno però non c'è un bar. Si rassegna e si accende una sigaretta. E mi fa un'altra domanda.
Nel tram che mi porta in centro un'anziana signora mi chiede se posso chiudere il finestrino. Vorrebbe parlarmi in tedesco ma, visto che non lo conosco, si adatta all'inglese. Non riesco proprio a immaginarmela una scena analoga in Italia. La vecchina col velo e le borse della magra spesa, in un tram dal numero barrato, che si rivolge ad un giovane straniero con tale disinvoltura linguistica. E questa è pure cresciuta ai tempi di Tito, un'epoca in cui in genere si pensa che il paese fosse piuttosto chiuso. 
Mi avverte quando arriviamo alla mia fermata e scende con me. Mi indica il mio alloggio e mi dice, con la schiettezza di un punkabbestia, che fa abbastanza schifo. 
Per fortuna scopro che l'ostello sta nella strada a fianco, ed è ottimo. 
Il vagone fumatori c'era... 

2 commenti:

dottornomade ha detto...

Il pelato nella foto è inquietante, sembra indossare una maschera!

Fabio ha detto...

Ah, mene sono accorto solo ora, credo sia a causa del riflesso sul vetro...