domenica 15 novembre 2009

Pasticcio diplomatico - Bangkok, Thailandia

Sembrava che le acque si fossero calmate. Che i disordini di Bangkok scoppiati alcuni mesi fa fossero soltanto un brutto ricordo. E invece la disputa tra thailandesi e cambogiani sul tempio conteso di Preah Vihear, problema fino ad ora totalmente distinto, ha finito a sorpresa per ravvivare le polemiche. Attraverso l'Interpol la Thailandia ha emesso un mandato di cattura nei confronti dell'ex premier Thaksin Shinawatra. E quale è stata la contromossa di quest'ultimo? Si è fatto nominare consigliere per l'economia del governo cambogiano presieduto da Hun Sen.

A peggiorare il clima è spuntata un'intervista pubblicata di recente dal quotidiano "The Times". Secondo molti in Thailandia l'articolo conterrebbe frasi offensive nei confronti della monarchia. Thaksin sostiene che le sue dichiarazioni sono state distorte e respinge le accuse. Ora sia Thaksin che il governo thailandese chiedono spiegazioni alla redazione del quotidiano.

Secondo le ultime notizie, nel caso la situazione dovesse precipitare, il governo thailandese sarebbe pronto ad evacuare i propri cittadini che si trovano in Cambogia.

Nel frattempo nei forum degli expats si tirano sospiri di sollievo perché il confine tra i due paesi non è ancora stato chiuso e i loro visa run continuano ad essere garantiti. Come si dice: contenti loro... 

(Immagine da wikipedia.org)

1 commento:

劉德華Andy ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.