mercoledì 11 novembre 2009

La spolverata di pepe - Bangkok, Thailandia

Al ristorante italiano, da qualche parte all'estero.

Il cameriere arriva con i piatti che ho ordinato. Mi preparo alla sfida puntando la forchetta, quando lo vedo tornare con un arnese di legno. "Some pepper, Sir?" Osservo attentamente quell'oggetto scuro: quello che all'inizio mi era sembrato un palo, era in realtà un macinapepe lungo mezzo metro! Non ho fatto in tempo a rifiutare l'offerta: osservo il cameriere che ruota con ardore mentre una coltre speziata cala sul mio piatto. Alla fine il pepe mi piace abbastanza, non mi faccio problemi e inforco la pasta.

La spolverata di pepe è come il garlic bread: qualcuno ha detto in giro che per gli italiani è un must. Osservo il cameriere che si aggira con l'attrezzo. Lo brandisce con una mano pressapoco al centro, mentre con l'altra all'estremità sta pronto a ruotare. Offre ad ogni commensale due o tre giri di pomello.

Raggiunge il tavolo di un signore romano, che ascolta l'offerta e poi scuote la testa. Quando il cameriere è lontano lui dà sfogo al suo orgoglio: "Ab-bello, che stai a fa'? Ma porta via quer pepe: sui bucatini all'amatriciana ce se gratta er PE-CO-RI-NO!"

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Incredibile...é da mesi che tento di convincere tutti i miei colleghi che l'usanza del super macina pepe non é italiana.
"Do you want some pepper.....??" E prima che tu faccia in tempo a ripondere hai già 2 centimetri di pepe sul tiramisù!

Luca

Fabio ha detto...

Magari nel tiramisù no, ma quasi!
Più sotto trovi un post su un'altra leggenda metropolitana: il famigerato garlic bread!

chinatown ha detto...

...aggiungerei che nei ristoranti di un certo tono, pare che sia ormai irrinunciabile servire insieme al pane una vaschetta con olio di oliva macchiato una goccia di aceto balsamico...ormai quando arrivano i clienti a Milano si meravigliano di non trovarla hehehe

chinatown ha detto...

...aggiungerei che nei ristoranti di un certo tono, pare che sia ormai irrinunciabile servire insieme al pane una vaschetta con olio di oliva macchiato una goccia di aceto balsamico...ormai quando arrivano i clienti a Milano si meravigliano di non trovarla hehehe

Fabio ha detto...

Vero, vero. l'olio macchiato di aceto balsamico l'ho trovato anch'io. In un paio di ristoranti assieme al coperto mi è stato servito un piccolo vassoio, diviso in settori, contenente antipasti misti, ad esempio pomodorini secchi, aglio sottolio, olive e altro. Devo ammettere che quella è una tradizione che implementerei volentieri.